Fotografia di: Stad Gent/Visit Gent
Una camminata in città

Una camminata in città

Inizia il tour di Gand partendo dal cuore della città, il suo centro storico. Una passeggiata in centro dura in media due ore. Risolvi i misteri che aleggiano in città, segui la tua guida fino al Castello dei Conti, le tre torri di Gand e sulle banchine Graslei e Korenlei. Ammira l'architettura moderna del padiglione cittadino e il fascino rustico del Patershol, un antico quartiere medievale ricco di ristoranti. Unisciti ai socievoli abitanti di Gand e goditi la vita cittadina.
Maggiori informazioni
La Grande Macelleria

La Grande Macelleria

La grande ricchezza gastronomica delle Fiandre Orientali è ravvisabile negli oltre 175 prodotti tipici regionali. Esiste un luogo, a Gand, dove potrai trovarli tutti, sotto un unico tetto! La Grande Macelleria ospita il "Centro per i Prodotti Regionali delle Fiandre Orientali". Qui potrai acquistare ogni specialità del territorio, singolarmente o in cestini regalo già pronti. O perché non cimentarsi nel creare un delizioso pacchetto regalo personalizzato? All'interno dell'edificio troverai anche un ristorante, per degustare le prelibatezza locali direttamente sul posto. La Grande Macelleria era originariamente un mercato coperto. L'edificio, risalente al XV secolo, era lo snodo nevralgico del commercio della carne in città, specialmente perché, nel medioevo, vigeva il divieto di vendere carne a domicilio. Dalle travi del soffitto pende oggi il delizioso Prosciutto Ganda, lasciato ad essiccare. Questo prosciutto viene tuttora salato ed essiccato da artigiani specializzati, seguendo antiche ricette medioevali. Attenzione a non sbattere la testa! A lato della Grande Macelleria si trova il più piccolo pub di Gand, ’t Galgenhuisje. In questo vivace café venivano un tempo vendute interiora di animale, non commerciabili nel mercato principale per questioni di igiene. Il minuto locale tende a riempirsi rapidamente, ma non preoccuparti: la spaziosa terrazza, riscaldata in inverno, sarà sempre pronta ad accoglierti!
Maggiori informazioni
Patershol, cuore gastronomico di Gand

Patershol, cuore gastronomico di Gand

Questo incantevole angolo di Gand è una città a sé stante. Dimentica dove ti trovi e lasciati trasportare dall'atmosfera medievale. Divertiti nel riscopre secoli di storia, nel vivere ricordi di un tempo passato, riesumandone i costumi, l'arte e l'architettura. Amerai i vicoli pittoreschi, nei quali abbondano intimi ristoranti, pub e bar alla moda. Se a Gand i buongustai possono soddisfare i propri appetiti, è a Pathersol che l'esperienza culinaria si eleva a viaggio nel piacere. In queste vie, la sovrabbondanza di ristoranti vi invita ad esplorare un mondo culinario del tutto nuovo: dal Giappone all'Indonesia, dal cibo indiano all'italiano, passando per quello spagnolo e il tradizionale fiammingo. Scegliete lo stile del vostro pasto e recatevi nel locale che più vi rispecchia, sia esso romantico, moderno, eccentrico o lussuoso una cosa è sicura: non ve ne andrete a pancia vuota. Il Patershol è un vecchio quartiere dall'animo popolare. I residenti vivono la loro quotidianità all'ombra del Castello dei Conti, i bambini giocano per le strade e le tradizioni sopravvivono allo scorrere del tempo, protette da un comitato a loro dedicato. L'autenticità del Patershol gli infonde un valore storico unico, un'anima saggia e antica da conoscere a fondo, esplorando le strette strade del quartiere.
Maggiori informazioni
STAM, Museo della città di Gand

STAM, Museo della città di Gand

Il Museo della Città, o STAM, è il luogo perfetto per inaugurare il proprio soggiorno culturale a Gand. La struttura del museo esprime alla perfezione l'eterogeneità di una città fuori dal tempo: un'abbazia del XIV secolo, un convento del XVII e un edificio del XXI compongono il complesso dello STAM. Lo STAM racconta la storia di Gand dal medioevo ai giorni nostri, con esposizioni creative e contenuti interattivi. Passato, presente e futuro vengono mostrati in modo chiaro e interessante: dalla costituzione di una metropoli medievale al recente sviluppo in città di cultura e conoscenza. Il pezzo forte del museo è l'enorme foto aerea di Gand: 300 m² su cui poter passeggiare. Esplora quattro secoli di storia comodamente dal tuo cellulare, attraverso l'applicazione "Zichten op Gent", contenente una panoramica della città nel 1534, mappe del 1614 e 1912 e un contemporaneo scatto aereo.
Maggiori informazioni
Abbazia di San Pietro

Abbazia di San Pietro

L'abbazia benedettina fu fondata nel VII secolo da San Amando, colui che convertì la città di Gand al cristianesimo. Tra il XIV e il XV secolo si sviluppò fino a diventare una comunità autonoma dotata di fattorie, giardini, case e appezzamenti di terreno. L'abbazia dovette la sua prosperità ai privilegi che era riuscita ad ottenere ed alle tasse che fu in grado di imporre sulle proprie terre. Possedeva terreni fino al porto di Gand. Un monaco virtuale di nome Jean-François Alison vi guiderà durante la visita dell'abbazia. Questa singolare video-guida vi condurrà in un immaginario viaggio strutturato in 17 capitoli, durante il quale dovrete svelare l'identità dell'assassino di un suo caro amico. Alison vi mostrerà luoghi che altrimenti non avreste mai scoperto: la sala da pranzo medievale, la maestosa chiesa dell'abbazia, il giardino, gli immensi granai. Sarà un viaggio tra cielo e terra, continuamente sballottati tra una sorpresa e l'altra. Si tratta di un'esperienza eccitante, adatta anche ai bambini. Date un'occhiata virtuale all'Abbazia di San Pietro!
Maggiori informazioni
Citadelpark

Citadelpark

Il Citadelpark è un parco situato sul ciglio di una collina tra i fiumi Scheldt e Lys. Questo parco urbano, creato nel 1875, sorge sul luogo di fondazione della cittadella olandese di Gand, costruita tra il 1819 e il 1831. La cittadella, una delle più grandi e moderne del tempo, fu più tardi utilizzata come caserma per fanteria e artiglieria. Dal 1870 cessò di essere utilizzata. Oggi è un luogo dove apprezzare un'elevata ricchezza botanica grazie alle targhette che dal 2005 sono posizionate di fronte ad ogni albero. All'interno del parco gli amanti degli animali potranno far passeggiare gli amici a quattro zampe alloggianti nel vicino canile. Un parco giochi assicura divertimenti anche ai minori di 10 anni. In caso di bel tempo studenti e abitanti di Gand giungono al parco per rilassarsi e condividere un picnic. Divertiti!
Maggiori informazioni
Antico Mercato del pesce

Antico Mercato del pesce

Dalla parte opposta rispetto al Castello dei Conti nella Sint-Veerleplein si trova la monumentale porta (1689) che conduce al vecchio Mercato del pesce. Nettuno vigila sui fiumi Schelda (maschio) e Lys (femmina). Questo complesso totalmente restaurato ospita, tra le altre cose, l’Ufficio del Turismo di Gand: al suo centro vi è il pezzo forte, una postazione multimediale che grazie all'innovativa tecnologia touch screen consente di ottenere informazioni su Gand, Fiandre Orientali e altre città d’arte.
Maggiori informazioni
De Krook

De Krook

Questo capolavoro architettonico è un luogo di incontro unico per abitanti, studenti e visitatori. Al suo interno si possono incontrare altre persone, scoprire nuove culture, godersi un drink ed eventualmente sperimentare nuove tecnologie quali stampanti 3D e realtà virtuale. Diverse istituzioni, conosciute come "gli abitanti del Krook", collaborano per proporre i propri servizi sul luogo. Oltre alla biblioteca cittadina vi sono l'IMEC (centro di ricerche per la nanoelettrica e le tecnologie digitali) e UGent. L'edificio comprende una stanza polivalente, un'aula studio e un circolo dei lettori. Il maestoso palazzo, che incorpora opere dell'artista Michaël Borremans, fu progettato da un locale studio di architettura, "Coussée & Goris Architecten" e dal loro partner "TV RCR Aranda Pigem Vilalta Arquitectes". Questo studio di architettura spagnolo ha di recente vinto il Premio Pritzker, il più prestigioso titolo internazionale nell'ambito dell'architettura.
Maggiori informazioni
Il Castello dei Conti

Il Castello dei Conti

Una visita a Gand non si può considerare completa senza visitare il misterioso Castello dei Conti. Questo luogo, tra i più importanti a Gand, è un castello dal passato molto turbolento, correlato con i complessi ed agitati trascorsi politico-sociali della città. È l'unico castello medievale delle Fiandre ad aver un fossato e un sistema di difesa praticamente intatto. Una visita al Castello dei Conti offre un quadro completo della cultura araldica del XX secolo. Il corpo di guardia, i bastioni, la fortezza, la residenza del conte e le stalle sono aperte a visitatori. Assicurati di salire la lunga scalinata a spirale che porta al Museo degli strumenti di tortura all'ultimo piano del castello. Qui troverai una collezione unica di strumenti di tortura e coercizione, così come una collezione di armi. Il Castello dei Conti ospita, inoltre, una vasta varietà di attività culturali ed eventi, in particolar modo durante le festività. Curiosamente, il Castello è considerato dai locali una delle location preferite dove celebrare il proprio matrimonio. Altra curiosità intrigante e l’occupazione studentesca avvenuta nel 1949! Esplora il Castello durante il fine settimana a Gand e indaga sulla ”Battaglia del Castello dei Conti”. La fortezza, simbolo del potere dei Conti Preparati a viaggiare nel tempo addentrandoti in questa fortezza maestosa. Le sue origini risalgono ai tempi dell'occupazione romana, quando i primi abitanti del luogo vivevano accampati lungo le sponde sabbiose del Fiume Lys. Dopo aver subito numerosi saccheggi da parte dei popoli Vichinghi, durante il medioevo i Conti delle Fiandre decisero di convertire una struttura originariamente in legno in una fortezza di pietra. L’imponente struttura possedeva bastioni costruiti completamente in pietra, equipaggiati con 24 torri. L'imponente edificio, con la sua caratteristica architettura militare, è stato per secoli simbolo del potere dei Conti nella turbolenta città di Gand. Conte Filippo e il suo castello: dominando la città Conte Filippo I di Fiandra voleva che tutti sapessero chi fosse a comandare. Un'iscrizione latina situata in cima all'entrata riporta che Filippo I (1143-1191) costruì il castello nel 1180. Issandosi sopra i bastioni della fortezza e guardando in basso, verso la vivace città di Gand, si può tuttora percepire la sensazione di potere e ricchezza che il castello gli procurava. La rivoluzione industriale scaccia i cavalieri da Gand Durante la tua visita a Gand sarai inesorabilmente affascinato dai colpi di scena accaduti nella storia del Castello dei Conti. Nel tardo XVIII secolo, il castello fu venduto a privati e convertito in un complesso industriale. Nel 1807 la fortezza ospitava un cotonificio e gli edifici annessi fungevano da dimora per oltre cinquanta famiglie di lavoratori. Quando il cotonificio cessò la propria attività ed i lavoratori abbandonarono le strutture limitrofe, il castello cadde in uno stato di abbandono e fu prossimo alla demolizione. A quel punto, per la popolazione di Gand il Castello dei Conti era simbolo di abuso di potere, repressione di stampo feudale, orribili torture e una crudele inquisizione. Il restauro diede all'edificio un nuovo significato, trasformandolo in un monumento cittadino di fama mondiale. Il suo definitivo riconoscimento internazionale avvenne nel 1913, quando Gand ospito l'Esposizione Universale. Fremi dalla voglia di esplorare Gand e il suo passato tanto affascinante quanto intrigante? Sei nel posto giusto!
Maggiori informazioni
Mercato dei fiori a Kouter

Mercato dei fiori a Kouter

Passeggiare di domenica mattina a Kouter significa immergersi nel profumo e nei colori del mercato dei fiori, fermandosi qua e la per un klapke: un bicchiere di vino bianco accompagnato da un'ostrica. Goditi l'elegante vita mondana di Gand e gusta i cibi dei rinomati ristoranti della zona. È l'abitudine preferita dagli abitanti del luogo! Grazie al mercato dei fiori non occorre aspettare la primavera! Strade variopinte e piacevoli fragranze sono all'ordine del giorno qui a Kouter, indipendentemente dal periodo dell'anno. Tuttavia, è indubbio che il momento migliore per recarvisi sia nelle calde e soleggiate domeniche primaverili. Temperature miti, un sole alto e splendente, colori vibranti e la musica di una banda in sottofondo: che bella vita! Allo scoccare delle 11 i palati più fini si ritrovano al chiosco De Blauwe. Si tratta di un monumento convertito in un bar da aperitivo che offre spumante, ostriche e altri stuzzichini. Questo chiosco esagonale, aperto nel 1885 e destinato alla vendita di giornali, è oggi l'unico superstite dei 39 chioschi identici che all'epoca furono inaugurati nel centro città. Dal 1990 gli è stato dato un nuovo slancio, trasformandolo in un bar open-air. Il Kouter non si limiterà a sedurti con affascinanti passeggiate, degustazioni di vino e profumo di fiori: gli amanti della musica saranno conquistati dai numerosi generi musicali offerti in quest'area di Gand. L'opera ottocentesca e la sala concerti De Handelsbeurs abbracciano l'intera scena musicale, dal pop al rock, dal jazz all'opera. I generi proposti sono cosi numerosi che elencarli tutti sarebbe dispersivo, ma se ami la musica puoi essere certo che il Kouter sia il posto che fa per te.
Maggiori informazioni
Visitare Gand in barca

Visitare Gand in barca

Sali a bordo e preparati a visitare Gand da una prospettiva del tutto nuova. Vari itinerari lungo fiumi e canali ti permetteranno di scoprire una nuova, affascinante Gand. Viaggia nel passato, immagina di vivere nell'epoca di Carlo V e scopri tutti i segreti della città. Avanti tutta! Diverse compagnie navali offrono diversi itinerari. Normalmente i viaggi avvengono ogni giorno e i capitani si preoccupano di fornire ai passeggere guide multilingue. Durante il fine settimana i battelli circolano nei canali cittadini, sali a bordo presso una delle fermate: con la CityCard è gratuito!
Maggiori informazioni
Gentbrugse Meersen

Gentbrugse Meersen

Gentbrugse Meersen è un parco ed una riserva naturale in pieno sviluppo. Al suo interno è possibile praticare sport, dedicarsi al giardinaggio, fare un picnic e molto altro ancora. Inoltre, passeggiando tra gli alberi si possono scoprire zone umide popolate da uccelli acquatici ed altri animali. È insomma un luogo perfetto per vivere la natura selvaggia senza allontanarsi dalla città. Vi è, inoltre, un curioso sentiero creato per camminarvi scalzi. Il terreno non è stato modificato artificialmente ed il suolo cambia a seconda delle condizioni meteorologiche e della stagione. Un piacere per i tuoi piedi!
Maggiori informazioni
S.M.A.K. Museo d'Arte Contemporanea

S.M.A.K. Museo d'Arte Contemporanea

Gli appassionati di arte contemporanea non potranno perdersi una visita allo S.M.A.K. durante il loro soggiorno a Gand. Il Museo Municipale di Arte Contemporanea (abbreviato in S.M.A.K.) fu fondato nel 1999 e si trova proprio di fronte al Museo di Belle Arti, all'interno di un ex casinò. Lo S.M.A.K. ben esprime il carattere dinamico, ribelle e anticonvenzionale della città in cui si trova. Il museo possiede la più importante collezione d'arte contemporanea delle Fiandre, con opere belghe ed internazionali di fama mondiale. Ogni quattro anni il museo esibisce una selezione di tali dipinti, alternati con lavori innovativi sovente audaci. Dopo la mostra, riprenditi dalle forti emozioni facendo tappa al café del museo. Dai un'occhiata alla scultura "L'uomo che misura le nuvole", creata dall'artista belga Jan Fabre: per scolpire l'opera Fabre prese come modello sé stesso, mentre per il volto si ispirò a quello del defunto fratello.
Maggiori informazioni
Museo di Belle Arti di Gand

Museo di Belle Arti di Gand

La particolarità del Museo di Belle Arti di Gand (MSK), uno dei più antichi musei del Belgio, è la notevole eterogeneità delle sue esposizioni. Mai prima d'ora gli antichi maestri avevano condiviso le stesse mura con i modernisti, per di più amalgamandosi alla perfezione. Sul finire del XVIII secolo, gran parte dei reperti artistici della città fu sequestra dai dominatori francesi. Alcuni di essi possono oggi essere ammirati nel Museo del Louvre. La ribelle Gand non stette certo con le mani in mano ed iniziò lentamente ad accumulare una vasta collezione d'arte, cercando il luogo più appropriato per ospitarla. La scelta ricadde sul'edificio progettato dall'architetto Van Rysselberghe nel Citadelpark, un tempio dell'arte spazioso e ben illuminato. La collezione, che spazia da Hieronymus Bosch a Rubens e Magritte, non è mai stata cosi attraente come adesso. Ne fa parte un'enorme varietà di dipinti, statue, acqueforti, affreschi: testimoni della storia dell'arte, dal medioevo al XX secolo. Un auditorium, una libreria, un laboratorio per bambini e un ristorante, rendono il Museo di Belle Arti un complesso polivalente dove trascorrere piacevoli ore circondati dalla bellezza.
Maggiori informazioni
Opera

Opera

Teatro musicale, concerti e saggi. Nella prima meta del XIX secolo, i ricchi industriali della città iniziarono a costruire un nuovo e lussuoso teatro dell opera. Lo scopo era palesare la ricchezza appena acquisita e non si badò a spese. La struttura del teatro è a ferro di cavallo: essere visti è altrettanto importante che vedere. L'impressionante candelabro è un'attrazione a sé stante, proprio come i tre grandi saloni, la cui lunghezza complessiva ammonta a 90 metri.
Maggiori informazioni
Visualizza sulla mappa