Fotografia di: LTM-Ulrich Findeisen
Malerwinkel

Malerwinkel

Malerwinkel è un bellissimo quartiere sulle sponde del fiume Trave, da cui si ha una vista mozzafiato su tutta l'isola del centro storico con le sue chiese, i suoi ponti e le sue casette colorate. Il nome "Malerwinkel" si potrebbe tradurre letteralmente come "angolo dei pittori", ed è stato apposto a questo luogo quando la sua posizione è diventata popolare tra pittori e fotografi smaniosi di immortalare il paesaggio pittoresco. È possibile noleggiare una canoa per esplorare questo luogo unico.
Maggiori informazioni
Volta della Chiesa di Santa Maria

Volta della Chiesa di Santa Maria

La Chiesa di Santa Maria, classificata tra gli edifici significativi dall'UNESCO, possiede la volta in mattoni più alta del mondo. Già osservandola dal basso ci si rende conto della sua magnificenza, ma si può anche ammirare la sua straordinaria architettura da una prospettiva diversa. Prendete parte ad una visita guidata attraverso l'arco della chiesa, da cui potrete farvi un'idea delle dimensioni effettive di tutta la costruzione. Non molte persone possono vantarsi di aver visto la terza chiesa più grande della Germania da questa prospettiva: è sicuramente un'esperienza unica e da non perdere.
Maggiori informazioni
Costa di Brodten

Costa di Brodten

Questo paradiso di spiagge sabbiose e coste rocciose con strane insenature è un luogo fantastico dove fare lunghe passeggiate. Nel Medioevo, i pirati accendevano segnali luminosi per attirare le navi sulla riva al largo della costa e saccheggiarle. Per fortuna, questi tempi bui sono ormai lontani e, dal XIX secolo, il numero di turisti estivi è aumentato considerevolmente. Le scogliere, area protetta che si estende per oltre 4 km, sono state create e modellate dal Mar Baltico nel corso dei secoli, e circa un metro all'anno viene eroso dal mare. Queste sono direttamente esposte alla forza delle onde ed usate come terreno fertile per le rondini riparie, uccelli rari che nidificano nei fori della parete rocciosa. Verso Niendorf, la parte meridionale della scogliera, l'erosione è in gran parte cessata e il bordo ripido della scogliera è ora ricoperto da una fitta vegetazione.
Maggiori informazioni
Cortili e Vicoli

Cortili e Vicoli

Proprio come altre grandi città tardo-medievali, Lubecca ha avuto un gran numero di garzoni e ragazzi di bottega che vivevano principalmente in casette chiamate "Buden" (baracche) densamente agglomerate agli angoli delle strade e nella parte posteriore delle case dei cittadini. Presto, i signori della borghesia e gli ecclesiastici si accorsero di quanto avrebbero potuto guadagnare ricavando abitazioni dalla parte posteriore e i cortili delle proprie case, facendolo diventare un vero e proprio business. Ovviamente, il numero di famiglie ammassate dentro a quei piccoli appartamenti era a discrezione dei proprietari, così come il numero di baracche. Nella seconda metà del XV secolo, la popolazione di Lubecca aumentò del 25%, il che portò ad un impoverimento degli abitanti e, con ciò, all'aumento e la modernizzazione di cortili e vicoli. Verso la fine del XVII secolo, questi erano più di 180 e solo 90 sono sopravvissuti e visibili tutt'oggi. Alcuni dei più popolari sono "Engelsgrube", "Hellgrüner und dunkelgrüner Gang" e "Lüngreens Gang".
Maggiori informazioni
Visualizza Luoghi unici sulla mappa