Fotografia di: Office de Tourisme Cap d'Agde Méditerranée
Cap d’Agde, Vias e Portiragnes: le perle del Mediterraneo

Cap d’Agde, Vias e Portiragnes: le perle del Mediterraneo

Tra porti e spiagge, Cap d’Agde Mediterraneo è la capitale delle vacanze, appositamente strutturata per il turismo. Tutte diverse, le sue tre stazioni sono studiate per vacanze in famiglia. Al Cap d’Agde, la stazione balneare si compone di 10 gradevoli quartieri la cui architettura si ispira ai colori tipici dei villaggi della Linguadoca; il tutto in un ambiente variegato con piste ciclabili, sentieri pedonali e parchi. Grazie alle animazioni, qui c'è sempre un'atmosfera festiva e la scelta delle attività è molto ampia. A Vias, la spiaggia di sabbia fine è direttamente accessibile a partire da diversi alloggi confortevoli e a Portiragnes, dove mare e natura si fondono mirabilmente, la pineta ombreggiata è il lasciapassare per la spiaggia. La scelta di hotel, appartamenti e ville in affitto e campeggi è molto completa.
Maggiori informazioni
Tutti i colori del vino

Tutti i colori del vino

La Linguadoca è il più grande vigneto francese per superficie e da solo il Cap d’Agde Mediterraneo vanta 3 DOP e 5 IGP: garanzia di qualità della produzione dei viticoltori della nostra zona. I vini più emblematici sono il Clairette d’Adissan, il Picpoul de Pinet, il rosé de Bessan, la denominazione Coteaux du Languedoc Pézenas, il Grès de Montpellier e il Côtes de Béziers: vini novelli o da invecchiamento, la nostra ricca gamma consente di godere tutto l’anno di questi nettari esclusivi.
Maggiori informazioni
I patrimoni del sud, dall’antichità al XX secolo

I patrimoni del sud, dall’antichità al XX secolo

Culla di 2.600 anni di storia e antico porto commerciale, oggi conosciuto con il nome di Agde, Agathé Tyché fu il luogo in cui si insediarono i Focesi, poi seguiti dai Greci e dai Romani che hanno lasciato tracce della loro cultura nelle nostre città. L'era medievale ci ha lasciato cappelle, chiese, mulini fortezza, villaggi circolari e alcune tradizioni come lo sport del tamburello o il fantastico bestiario di animali totemici che costellano i nostri paesini. Più classici, i centri urbani di Agde, Pézenas o Montagnac sono fortemente legati alle feste medievali, al commercio e alla storia. Prima di approdare a Versailles, il grande autore francese del XVII secolo, Molière, ha solcato le strade di Pézenas. Qui l’architettura antica coabita con quella moderna del XX secolo, come la stazione del Cap d’Agde, realizzata negli anni '70.
Maggiori informazioni
Il Canal du Midi: il sogno del Re Sole

Il Canal du Midi: il sogno del Re Sole

Incredibile prodezza tecnica e umana del XVII secolo, questo capolavoro di ingegneria civile, ancora oggi impareggiabile, collega l’Atlantico al Mediterraneo. Ponti, chiuse, chiusa di navigazione in serie, chiusa rotonda, ponte canale: migliaia di uomini hanno preso parte alla sua costruzione. Il suo inventore, Pierre Paul Riquet, è morto prima di aver visto la sua opera terminata. Caduto in rovina, questo visionario ha realizzato un canale il cui impiego commerciale è stato sostituito dal turismo fluviale, dalle passeggiate in bicicletta lungo le sue sponde e dalle animazioni sull’acqua (crociere musicali) o sulla riva. Dall’alto dei suoi 350 anni, è entrato a far parte del patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO.
Maggiori informazioni
Sott'acqua e su terra: la salvaguardia della natura

Sott'acqua e su terra: la salvaguardia della natura

Con un'area sottomarina protetta e centinaia di ettari di zone umide abitate da una ricca fauna, Cap d’Agde Mediterraneo è un vivaio di specie a cielo aperto. Fenicotteri, tori, falchi, pipistrelli: decine di specie vivono giorni felici vicino alle spiagge, alle vallate e alle pianure dell’Hérault. Armato di binocolo o di videocamera, il passeggiatore attento potrà, in silenzio, sorprendere e immortalare questa vita lussureggiante. Soli o accompagnati, in determinate zone protette, tuffatevi alla scoperta di un aspetto inedito del Cap d’Agde Mediterraneo. Il vulcanismo, fenomeno alquanto inaspettato in una regione costiera, lascia intravedere alcune specie sulla costa o nell’entroterra. Lasciatevi sorprendere, lasciatevi affascinare...
Maggiori informazioni
Divertimento al 100%

Divertimento al 100%

Sognate una destinazione di villeggiatura in cui fare tutto ciò che desiderate? Le idee per il divertimento e il tempo libero a Cap d’Agde Mediterraneo di certo non mancano: scoperta dell'ambiente sottomarino ed escursioni in mare, kyte surf, stand up paddle, vela, ecc. E, sempre in ambiente acquatico, non perdetevi parchi dei divertimenti come Aqualand o Captain Jako. Per vivere sensazioni forti sulla terraferma, vi attendono Ile des Loisirs o Europark, mentre per sensazioni più dolci, avrete l’imbarazzo della scelta tra Europark indoor, Dino-Land, mini golf, percorsi tra gli alberi ad Agde, Portiragnes o Montagnac, piste di mountain bike (500 km) o ciclabili, in città o lungo il Canal du Midi (Canale del Mezzogiorno). Anche lo sport da noi gode di un posto d’onore: tennis (Centro internazionale di tennis del Cap d’Agde), nuoto, golf, equitazione, immersione sottomarina, navigazione da diporto, tiro con l’arco, karting, paintball, ecc. E le attività culturali? Anche qui c'è l'imbarazzo della scelta: visite di musei (periodo antico, classico, ecc.), cacce al tesoro, laboratori per bambini, visite teatralizzate, scoperta di animali (acquario, zoo, cactus park), visite a carattere storico (centri interpretativi). Che ci sia pioggia, vento, cielo soleggiato o nuvoloso, qui annoiarsi è proprio impossibile!
Maggiori informazioni
Nautica e immersione sottomarina

Nautica e immersione sottomarina

Stazione nautica celebre e dinamica, il Cap d’Agde è una destinazione privilegiata per la qualità e l’accompagnamento professionale nella pratica delle diverse attività sportive. Il porto del Cap d’Agde ha ottenuto il bollino "Pavillon Bleu" (Bandiera blu). Il Centro nautico del Cap d’Agde, riconosciuto "École Française de Voile" (Scuola francese di vela), è il punto di incontro degli appassionati del mare. L’obiettivo dei club e delle scuole di immersione subacquea del Cap d’Agde è un’immersione ecologica che punta a proteggere l’ambiente. Da ancoraggi posizionati in modo giudizioso per proteggere i fondali, l’immersione al Cap d’Agde si adatta a tutti. A partire da 5 anni, i bambini possono avvicinarsi alla “baby immersione”. Poi, in base all’età e ai vostri desideri, scoprirete l’immersione, dal battesimo all’esplorazione dei relitti, dalle immersioni fotografiche alle scoperte della fauna e della flora tipiche dei fondali marini di natura vulcanica.
Maggiori informazioni
Destinazione: tradizione

Destinazione: tradizione

Ad Agde, la storia della città è saldamente radicata tra il commercio marittimo e la pesca sin dall'insediamento dei Greci nel 580 a.C. Agde si è sviluppata nel corso dei secoli e lascia oggi nella quotidianità degli abitanti tradizioni forti: momenti festivi, conviviali e piaceri da condividere con loro che vi lasceranno i bei ricordi per cui siete venuti fin qui! Tra sport e gioco, i tornei di giostre nautiche sono momenti di buonumore in cui si affrontano sul fiume, al suono delle fanfare, le squadre delle due barche con i loro giocatori vestiti di bianco. Questo spettacolo ve lo perderete solo in bassa stagione perché in estate le giostre si susseguono per l'intera stagione ai piedi della cattedrale. Un altro evento che nasce per metà dal fervore religioso e per metà dall’animazione festiva: la “Fête des Pêcheurs” (Festa dei Pescatori) riunisce in luglio pescatori, marinai, abitanti e la sfilata delle "Belles Agathoises" (le abitanti di Agde) nei loro costumi tradizionali. Per comprendere meglio queste radici marittime, non perdetevi la visita del “Belvédère de la Criée aux Poissons”, il nome dato al mercato del pesce. A Pézenas, così vicino e così unico, è l’UNESCO a proteggere questo “patrimonio culturale immateriale” che gli abitanti del posto vivono appieno e condividono generosamente con i visitatori: il DNA o, se preferite, lo spirito più profondo di questo luogo. Durante il vostro soggiorno, non dimenticate di condividere gli attimi rubati a queste feste stagionali o “temporadas” che accompagnano il frenetico ciclo del sole: “Nadal” o il risveglio della luce poco prima di Natale fino al solstizio d’inverno; Carnevale o la fine dell’inverno che accompagna il soffio impertinente della primavera e la risalita della linfa; Sant Joan al trionfare del solstizio d’estate et Martror, la festa dei morti e dell’inverno della vita che accompagnano le danze macabre.
Maggiori informazioni
Visualizza Top 10 sulla mappa