• Benvenuto a Mallorca

    La guida è stata aggiornata:

    Scarica la guida
brunosan
Palma

Palma

Le reti dei pescatori messe a seccare lungo la banchina scintillano alla luce azzurra del Mediterraneo. Più indietro si può scorgere l’edificio della Borsa La Lonja che risale al 1388. Nel corso del Medioevo, nel luogo dove oggi si sorseggia il caffè, era qui in questa area del Mediterraneo che si svolgeva gran parte dell’attività commerciale. Già nel 123 A.C. i Romani avevano cristianizzato questa città dandole il nome di Palmeria. In seguito, il nome dato a Palma dai Maori, – Medina, Mayurka, divenne il nome di tutta l’isola.
Da fare e da vedere

Casco Antiguo – Città Vecchia

Attraverso le stradine ed i vicoli della Vecchia Città corrono i ricordi dei secoli precedenti. Fate una passeggiata intorno a una delle più vaste zone d’Europa per numero di edifici antichi, osservate ammirati i palazzi ben restaurati e visitate alberghi e ristoranti alla moda.
La Seu – La Cattedrale

La Seu – La Cattedrale

Da non mancare, una visita alla cattedrale La Seu che risale al 1231, con la sua straordinaria volta in ferro battuto, opera dell’architetto Gaudí, l’unica cattedrale al mondo costruita in direzione della Mecca. Il Re Giacomo l utilizzava uno dei minareti della antica moschea moresca come torre dell’orologio per il suo edificio.
Da fare e da vedere

Binissalem - Villaggio Del Vino

Fermatevi nella bottega di José Louis Ferrer per assaggiare un bicchiere di vino oppure negli altri negozi. I vini di Majorca ottengono sempre maggiori riconoscimenti. Durante il festival del vino a settembre, a Binissalem viene messo in strada un tavolo lunghissimo colmo di vini e prelibatezze.
Monastero a Valldemossa

Monastero a Valldemossa

Valldemossa è incorniciata da alte montagne e profonde valli, questo è il villaggio dove nel 1938 vissero i due primi “turisti famosi” dell’isola, il compositore Frederic Chopin e la poetessa George Sand. Nel monastero, tutte le celle dei monaci sono situate una dopo l’altra, ognuna con il proprio sbocco sulla terrazza giardino dove fioriscono le magnolie e da dove si gode una splendida vista sulla valle.
Da fare e da vedere

Formentor

Strade con vertiginose curve ed impressionanti scogliere. Il panorama di questa località a nord ovest di Majorca è stupendamente selvaggio. La gente si affolla nei punti più panoramici lungo la strada per scattare fotografie.
Sineu

Sineu

Nel centro di Majorca si trova Sineu, il più antico villaggio in assoluto, dove anticamente viveva il Re. Trovarsi proprio al centro dell’isola significava avere l’opportunità di scappare in caso di aggressione da parte dei pirati. Per oltre mille anni, i contadini venivano in questo luogo con le loro mucche, tori, cavalli, pecore, cani, asini, muli, anatre e cigni per partecipare al mercato che si teneva ogni mercoledì.
Da fare e da vedere

Soller

Gli abitanti di Soller per secoli hanno vissuto nascosti in una valle dietro una immensa fila di montagne. Era cosi difficile scalare la catena montagnosa che la gente preferiva recarsi a Palma via mare. E, dal momento che ci si imbarcava, perché allora non andare in Francia? A Soller per abitudine si parlano tre lingue, il dialetto di Majorca, lo spagnolo e il francese. Nel 1911 venne scavato un tunnel attraverso le montagne in modo che finalmente gli abitanti di Soller potessero stabilire contatti con la propria isola. Attualmente, il meraviglioso trenino è tuttora in funzione.
Visualizza Mallorca sulla mappa